Danza Classica

Spazio Trad!

Danza Classica

Joan Bosioc

La danza classica, una disciplina fatta di tecnica, grazia e movimenti flessuosi quanto precisi, di posture perfette e tensioni leggiadre. Affascinante, quanto rigida e severa, la danza classica impone regole ferree e allenamento costante, posizioni e passi che richiedono sacrifici e studio, pratica e predisposizione.

L’associazione Primo Passo di Torino propone corsi di danza classica ogni giovedì, dalle 17:30 alle 19:00 bambini, dalle 19:00 alle 20:30 adolescenti, il corso si svolgerà presso lo Spazio delle tradizioni TRAD con il maestro e coreografo Joan Bosioc.

Danzare è un’arte che riguarda solo te stesso quindi uno si misura con le proprie capacità, mentre insegnare è più difficile e impegnativa, non è facile trasmettere quello che uno ha dentro– Joan Bosioc, Coregrafo

CURIOSITÀ’ SULLA DANZA CLASSICA

Perché si utilizza il tutù?

Il tutù fa la sua vera prima apparizione grazie alla danzatrice italiana Maria Taglioni. La sua celebre esibizione del 1832 in “La Sylphide”, passerà, infatti,  alla storia per due motivi. Il primo è senza dubbio l’esecuzione della coreografia interamente sulle punte, per la prima volta in assoluto.Il secondo, invece, è legato proprio all’abbigliamento della Taglioni, che portò in scena un tutù disegnato appositamente per l’occasione dall’artista Eugéne Lami. Altra curiosità. Il tutù si usa quasi esclusivamente per gli spettacoli.

Qual è il passo di danza più difficile?

La risposta più ovvia è: tutti! Ma in realtà è molto soggettivo e     ogni ballerino ha un suo passo che teme di più rispetto agli altri. Sono in molti però ad avere difficoltà con il fouetté sulle punte.

Quali sono le bambole ballerine più vendute e richieste dalle bambine?

Le bambole ballerine sono tra le tipologie di bambole più apprezzate in assoluto dalle bambine. Ciò dipende, naturalmente, dal fatto che uniscono due delle cose più apprezzate proprio dalle fanciulle: le bambole e e la danza.

La danza è un mondo magico che mi permette di vivere un momento assoluto, allora sento dentro di me una grande calma e se arriva un applauso sono felice

È una proposta pensata per bambini e ragazzi a partire dai 7 anni, senza vincoli per l’età massima da dover avere per potervi partecipare.

Svolgo con loro un lavoro in cui la tecnica classica gradualmente, negli anni, va a strutturare un corpo forte in grado successivamente di poter svolgere qualsiasi tipo di lavoro fisico. In questi anni, pur essendo il lavoro tecnico a primeggiare, la dimensione ludica non viene mai completamente abbandonata poiché il gioco rimane sempre il miglior mezzo tramite il quale far crescere adeguatamente i bambini.

Questi, tecnicamente parlando, sono anni importanti poiché un buono studio della danza classica permette agli allievi di costruire delle solide fondamenta sulle quali successivamente poter costruire ed abbellire la propria “casa” come meglio credono studiando anche diverse discipline.

Spesso la tecnica classica spaventa e per questo si sceglie di saltarla poiché risulta troppo difficile. Benché sia effettivamente una disciplina dura, è altrettanto vero che chiunque l’abbia studiata (ballerini moderni, contemporanei…)  la ringrazierà sempre: studiare la tecnica classica per un ballerino è come per qualsiasi studente, nella vita di tutti i giorni, conoscere le tabelline.